...angoli di fogli sparsi, taccuini scritti frettolosamente aspettando un treno, scarabocchi e fotografie: dove le cose che non so dire prendono vita...





"…E più si cresce mi rincresce peggio per te se non credi alle mie favole
Disegnerò una casa su misura per noi
Per dare alle finestre la forma degli occhi tuoi
Una nuvola per letto e una stella per abat-jour
Il profumo d’arcobaleno dei biscotti che fai tu…”

…e così a ballare abbracciati in cucina, la mattina dopo colazione…

(Source: youtube.com)




Oct 19 · Reblog
tagged as: Da.. 
theme


Non finirò mai di raccontarlo…ma ci sono molte cose delle persone che non capisco.
Ad esempio, non finirò mai di chiedermi quale sia il motivo della smania della gente di credere che tutto quanto altrove sia meglio che qui in Italia.
Cioè, intendiamoci, non che non sappia che in Italia molte (troppe) cose non vanno e le opportunità lavorative fanno schifo.
Ma quella di partire l’ho sempre vista come una necessità, che comporta una rinuncia in qualche senso.
La cosa che ogni volta mi lascia perplessa è la reazione della gente, le esclamazioni di invidia e di “Wowwwww…che figata pazzesca!!!!” ogni volta che qualcuno dice “Ho fatto l’erasmus a Bergen ( ndr. prima della conversazione, manco sapevo dove stava Bergen!)” ,”Ho fatto una tesi sperimentale all’estero (però i dati li ho inventati, perchè non ho finito la raccolta)” ,”Ho fatto un tirocinio (non pagato) all’estero” , “Ho mandato un curriculum negli States”.
Tutto ha un che di magnifico, i fra parentesi arrivano sempre in un secondo momento e la frase sembra risuonare nella testa di chi ascolta come “L’ho fatto all’estero e allora sono figo”.
Mi piace viaggiare, mi piace conoscere realtà diverse, viverle il più possibile, ma tutto questo fascino favolistico per l’estero non ce l’ho…e, per quanto a volte diventi impossibile, mi piacerebbe sentir dire “L’ho fatto in Italia e allora sono figo”, perchè mi piacerebbe semplicemente che la ricerca nelle università fosse fatta bene, poter fare qui esperienze veramente formative e poter esercitare la mia professione qui, senza dover necessariamente fuggire.
Questa mi sembra la vera sfida.




theme


Come al solito, mi riduco all’ultimo a preparare il biglietto, ma domani è il grande giorno, St. Falli tutti secchi.

Come al solito, mi riduco all’ultimo a preparare il biglietto, ma domani è il grande giorno, St.
Falli tutti secchi.




Oct 16 · 5 · Reblog
theme


Buda “tall”…the influence of Bergamo strikes back.




theme


Through the glass

Through the glass




theme


Our little red home.
Waking up with the rain drumming on the roof.




theme


Se c’è un genere di persone che detesto sono coloro a cui capita il posto vicino al finestrino in aereo, arrivano all’ultimo, ti fanno alzare, dicendoti che vogliono proprio quello, poi si siedono, chiudono la tendina del finestrino e si mettono a leggere un libro. Se devi leggere un fottutissimo libro, non sarebbe un bel gesto farlo nel posto centrale e lasciarmi la possibilità di vagare con l’immaginazione su un mare di nuvole?




Oct 12 · 11 · Reblog
theme


Finito di rilegare e anche il quadernino di viaggio è pronto. Manca poco!

Finito di rilegare e anche il quadernino di viaggio è pronto.
Manca poco!




theme


I biscotti per la Theo&Theo.
Esperienze nuove e vecchie sicurezze. Gli ingredienti segreti per sopravvivere a una festa con una cinquantina di persone semisconosciute sono il cioccolato e il ripieno alla mou fatta in casa.




theme


Ho riutilizzato il registratore, perchè della discussione di statistica fatta con il prof altrimenti non avrei ricordato nulla.
Ci sono ancora le interviste. Non so perchè non le ho mai cancellate…perlomeno non tutte.
C’è ancora la tua voce. Mi parla ancora dei tuoi sorrisi, delle tue tristezze, dell’uomo che eri.
E’ l’unica cosa che mi rimane di te.




theme


duenote ti ha menzionato in una foto “combinaguai xunahh Esistono sì! Penso di amarli. Io scrivo sempre…”

combinaguai xunahh Esistono sì! Penso di…

Belli bellissimi! Li voglio anch’io…quando faccio gli schemi per studiare mi ritrovo con millemila plichi di fogli bianchi pinzati e sparsi dentro ai quaderni. Ma non li ho mai trovati da nessuna parte! Me triste ora!




Sep 25 · 1 · Reblog
tagged as: duenote. 
theme


Le geometrie dei nostri corpi in un labirinto di granturco.




Sep 22 · 10 · Reblog
theme


Chico cuore di gatto alla conquista della dolce Mimì.

Chico cuore di gatto alla conquista della dolce Mimì.




theme


Trovare il tempo per stare insieme e ricaricarsi di tutti i sorrisi possibili.

Trovare il tempo per stare insieme e ricaricarsi di tutti i sorrisi possibili.




theme


Da Jurka a Daniza: le vittime di Life Ursus 

E’ morta l’orsa Daniza, per una reazione non prevista all’anestetico. Questo è quello che dicono.
Morta o uccisa?
Chissà perchè tutti speravamo che riuscisse a fuggire insieme ai suoi cuccioli, ma tutti purtroppo ci aspettavamo che prima o poi sarebbe arrivata la notizia della sua morte.
L’uomo reintroduce l’orso in natura per far soldi, l’uomo decide di eliminarlo quando la cosa non gli va più a genio. Ma con che diritto? Non credo che serva essere animalisti, per capire che tutto quello che è successo è totalmente insensato.
Se Daniza se lo fosse mangiato per davvero l’idiota che invece ha soltanto spaventato e messo in fuga per proteggere i suoi piccoli, sarei stata davvero molto più contenta.




theme